Vivienne scrive a C’è posta per te 2022 per riallacciare i rapporti con il padre che rifiuta di vederla da dodici anni

715

Sabato 15 Gennaio 2022 nella prima serata della rete televisiva Canale 5 è andata in onda la seconda puntata, della nuova stagione televisiva 2022, del programma televisivo C’è posta per Te, condotto da Maria De Filippi.

Vivienne scrive al programma per suo padre, di origine egiziana, che non vede da dodici anni. Il matrimonio tra il padre e la madre giunge al termine quando lei da dodici anni. Il rapporto tra padre e figlia va avanti a singhiozzi, vedendosi poco e nulla.

I rapporti tra padre e figlia si interrompono nel momento in cui Vivienne scopre di essere in dolce attesa, gravidanza avvenuta prima del matrimonio, ma che purtroppo tiene nascosta al padre.

Ad oggi Vivienne ha trentatré anni ed è mamma di tre figli. La giovane, che ha ricevuto la proposta di matrimonio da parte del compagno, vorrebbe riallacciare i rapporti con il padre affinché l’uomo la possa accompagnare all’altare.

“Da dodici anni non riesco a vederti, a chiamarti. È da tanto che aspetto questo momento e ho fatto tanti tentativi, ma non è mai servito a nulla. So di averti deluso e che avevi altre aspettative per me. Sognavi che io mi laureassi e poi mi sposassi. Oggi sono madre di tre bambine, vogliono conoscerti. A me gela il cuore al fatto che io a questa domanda non so dare una risposta”,

afferma Vivienne, rivolgendosi al padre.

Emad dopo aver chiesto alla conduttrice cosa avesse raccontato la figlia, esprime la sua opinione:

“Lei lo sa benissimo. Le ho insegnato che doveva dire sempre la verità. Qualsiasi cosa. Io avrei perdonato qualsiasi cosa, ma lei doveva dirmi la verità, doveva sempre dirmi la verità. Non l’avrei comunque perdonata, perché io anche se vivo all’Occidentale ci sono certi usi e costumi che vanno rispettati e io non la perdono. Io penso che una ragazza debba rispettare prima se stessa e poi gli altri”,

afferma Emad, restando fermo sulla sua idea di non voler riallacciare i rapporti con la figlia.

“Sono andata a leggere il Corano e ho letto che per quello che ha fatto lei, c’è scritto che o vanno date cento frustate oppure un anno di esilio. Lei di anni di esilio ne ha fatti dodici”,

afferma la conduttrice, rivolgendosi ad Emad.

Purtroppo Emad resta fermo sulle sue decisioni e decide di chiudere la busta.

Condividi