Arianna Cirrincione e Andrea Cerioli dopo scelta a Uomini e Donne: “le critiche non ci toccano”

213

Una scelta effettuata prima di ogni tempo, ancor prima di giungere nella prima serata di Canale 5 in quanto il sentimento era forte: il tronista Andrea Cerioli ha deciso di effettuare prima la sua scelta e di uscire dal programma in compagnia della corteggiatrice Arianna Cirrincione.

Un sentimento, un’attrazione e complicità costruito in pochissimo tempo, da considerare che Andrea e Arianna hanno avuto pochissime settimane di frequentazione all’interno della trasmissione Uomini e Donne Trono Classico, ma il giovane ha deciso di seguire i suoi sentimenti e portare al termine il suo percorso.

“Certe emozioni non possono essere spiegate con semplici parole, nessuna renderebbe giustizia ma voglio provarci. Fin da subito in te ho intravisto qualche psicopatia accompagnata da due grandi occhioni buoni che forse facevano al caso mio ad oggi voglio levare quel forse e dirti che sei la cosa migliore che potesse capitarmi. Uomini come te non se ne incontrano tutti i giorni e io sono fiera di averti al mio fianco. Tu che nonostante i tuoi mille difetti sei la persona migliore che io conosca. Voglio dirti che sono davvero felice e questo lo devo a te che in così poco sei riuscito a trasmettermi così tanto. Spero nel mio piccolo di essere alla tua altezza regalandoti gli stessi sorrisi che tu regali a me. Perché quando sorridi…sei bello da morire!”

scrive Arianna sul suo profilo social, accompagnando la dedica con una foto che la ritrae al fianco del suo amore.

La coppia fa anche sapere di non essere interessati alle critiche che stanno giungendo in questi giorni, sopratutto fanno sapere che tra loro due non vi era nessun accordo.

“Sono commenti che non mi toccano. Io ho deciso di salutare tutti perché ero a posto con me stesso e sentivo che il mio percorso era finito. Avevo delle sensazioni a pelle che non avevano bisogno di chissà quanto tempo per essere capite. Se una persona ti piace, vuoi uscire fuori di lì. Il percorso era il mio. Punto. In quel momento l’unica cosa che mi importava era di andare avanti e costruire qualcosa. Se ci fossimo sentiti e messi d’accordo prima, avremmo continuato in modo più furbo, magari tirandola per le lunghe. Personalmente ritengo di aver fatto la scelta migliore, sotto tutti gli aspetti”,

fa sapere Andrea.

Condividi