Propoli: un antibiotico naturale che mantiene in perfetta forma

3

La propoli è una sostanza che le api raccolgono dalle cortecce degli alberi e dai germogli e viene utilizzata dagli stessi insetti per proteggere l’alveare dal freddo e dai predatori. Le sue straordinarie proprietà collanti e rinforzanti erano già note dal tempo degli egizi, i quali la utilizzavano durante le mummificazioni.

Successivamente, la propoli si è diffusa nel campo della medicina come antisettico, grazie alla sua composizione naturale che comprende i flavonoidi, dei pigmenti vegetali che lo stesso Ministero della Salute ha elencato tra le “sostanze a effetto nutritivo o fisiologico”.

Che cos’è e come si ottiene la propoli?

La propoli è una sostanza che le api raccolgono dalle cortecce di alberi come i pioppi, gli olmi, gli abeti e le betulle. Questa viene poi mescolata con la saliva delle api stesse e con la cera per assolvere a due principali scopi: come materiale per costruire e rinforzare l’alveare e per sterilizzare le zone dell’alveare dove vengono raccolte le uova.

In natura si possono trovare diverse tipologie di propoli, a seconda degli elementi che la compongono: questi possono essere resine e balsami oppure cere o, infine, altre sostanze volatili come oli essenziali e materiali organici. In base alla sua composizione, la propoli cambia sia nel colore che nel sapore, ma rimane un antibatterico naturale in grado di impedire la moltiplicazione dei germi e di favorire il processo immunitario.

Per questo motivo, in medicina, la propoli è definita “antibiotico naturale”, perché è capace di combattere diversi tipi di virus, tra cui quello dell’influenza, di disinfettare la gola infiammata e di prevenire le malattie da raffreddamento. 

Come assumere la propoli?

La propoli è disponibile in diverse formulazioni, può essere acquistata direttamente dagli apicoltori, oppure in farmacia o erboristeria, sotto forma di gocce, di spray o di olio, ma anche di caramelle. Nel primo caso, la propoli viene ottenuta macerando la sostanza grezza in delle soluzioni che possono contenere alcool.

Se si sceglie l’olio, la propoli viene mescolata con un olio vegetale e risulta ottima per essere utilizzata nelle creme per il corpo o come rimedio per espellere il muco. Infine, le caramelle sono un’ottima soluzione per le infiammazioni del cavo orale, senza dover ricorrere ai medicinali.

Ognuno di questi prodotti può contenere quantità diverse di propoli, per cui è sempre meglio controllare che sia presente almeno al 50% e affidarsi a rifornitori ben attrezzati, anche online, andando nella categoria “erboristeria” di una farmacia come shop-farmacia.it, dove la propoli è presente in diverse soluzioni insieme a tanti altri prodotti naturali. 

Proprietà curative della propoli

Le proprietà benefiche della propoli, come detto, sono molteplici, a partire dalla sua funziona antibatterica e antivirale.

È utile anche per rafforzare il sistema immunitario, grazie ai flavonoidi, ed è quindi consigliabile assumerla nei periodi più freddi dell’anno. Ha un effetto antinfiammatorio e favorisce la rigenerazione della pelle e la cicatrizzazione delle ferite. Infine, può essere utilizzata da chi soffre di allergia ai pollini o, in generale, nelle riniti allergiche, sempre dietro parere del proprio medico curante.

Condividi