Paolo Brosio pronto ad entrare al Grande Fratello Vip dopo il Covid 19: “ultimo tampone negativo”

85

Paolo Brosio doveva essere uno dei concorrenti del reality show Grande Fratello Vip 2020, condotto da Alfonso Signorini, ma la sua positività al Covid 19 ha messo a freno la sua partecipazione al reality di Canale 5.

In un lungo post pubblicato su Facebook, Paolo Brosio ha spiegato di essere risultato positivo al Covid-19.

“Oggi compio 64 anni da solo in ospedale nel reparto isolato off limits anticovid dell’Istituto Clinico Casalpalocco di Roma. Stanotte alle ore 02:05, dopo nove tamponi negativi, tre positivi, una infezione virale allo stomaco e ai polmoni sono tornato negativo dopo 9 giorni di ricovero proprio nel giorno del mio 64esimo compleanno. L’infermiera di turno mi ha avvisato: ‘Tanti auguri Paolo sei negativo’ e io giù a piangere. Oggi è il giorno più bello della mia vita, sono triste, felice, piango, rido dalla gioia, non ho mai mollato, ho sempre confidato in Dio, ho pregato tanto la Madonna e San Pio”,

fa sapere Paolo, parlando con i followers che lo seguono.

Dopo aver lottato contro il Covid 19, adesso Paolo spera di poter tornare a lavorare e sopratutto entrare nella casa di Cinecittà come concorrente del Grande Fratello Vip.

“Grazie a Endemol e Mediaset che mi hanno seguito con pazienza e affetto facendomi sentire sempre protetto. Grazie ad Alfonso Signorini e ai ragazzi del GF Vip che mi hanno incoraggiato in questi giorni tremendi dove ho visto e sentito i malati soffrire vicino a me. Vipponi vi ho seguito sempre quando ho potuto, grazie per il vostro applauso, mi avete commosso e dato forza. Forse ci vediamo, dai non litigate. Siate sereni, gioiosi e pensate che qui è dura per davvero. Ho visto morire, soffrire, ve lo dico con il cuore in mano. Siate grati a Dio per l’esperienza che state vivendo, fatene tesoro e non vi dimenticate mai di pensare almeno un minuto al giorno ai malati, a chi soffre. Un abbraccio a tutti, spero di potervelo dare di persona. Se Dio vorrà, ora un altro tampone poi torno a vivere”,

chiosa.

Condividi