Combatti le verruche in 3 semplici mosse

111

Virus come il Papilloma umano possono causare degli sgradevoli danni alla nostra cute, come ad esempio le verruche. Questa problematica, che si manifesta con la nascita di escrescenze molto ruvide e dure al tatto, è tutt’altro che rara, ma di facile individuazione. Come curare le verruche? In realtà ti basteranno queste 3 semplici mosse.

1. I prodotti a base di acido salicilico

I prodotti a base di acido salicilico rappresentano la prima forma di cura delle verruche, nonché la migliore. Questa sostanza, sulla quale fra l’altro si basa la composizione dell’aspirina, può essere utilizzata per via topica sulle zone affette da questo problema cutaneo: per capire a cosa serve l’acido salicilico, noi ti consigliamo di approfondire l’argomento in questa pagina.

Considera che è l’unico rimedio scientificamente certo per le verruche: un gruppo di ricercatori inglesi ha infatti dimostrato che il suddetto funziona nel 75% dei casi, mentre per altri prodotti la percentuale non ha superato il 48%.

2. Fitoterapia e aromaterapia

Puoi anche provare a trattare le verruche utilizzando alcuni rimedi naturali, basati sulla fitoterapia e sull’aromaterapia: nel primo caso, si parla di prodotti a base di estratti di piante come la cefalonia e l’aloe vera, insieme all’erba sanguinaria e all’ortica.

Per quanto riguarda l’aromaterapia, invece, sono gli oli essenziali a diventare i veri protagonisti: l’olio di lavanda è ottimo per la cura delle verruche, così come l’olio di albero del tè. Infine, è giusto citare altri rimedi aroma-terapici come l’olio di ricino e persino quello di canfora, ottimi per gli impacchi.

3. Rimedi della cucina

Esistono altri elementi che possono aiutarti nei trattamenti contro le verruche: si parla di ingredienti sicuramente presenti nella tua cucina, come ad esempio l’aglio o il succo di limone, che consentono di far seccare queste escrescenze in modo del tutto sicuro. Anche la buccia di banana può essere molto utile: ti basta semplicemente usare la parte interna della buccia e tenerla sulle verruche per un paio di ore.

In alternativa, potresti far ricorso all’aceto di mele e il succo di uva: in tal caso ti serve solamente un set di batuffoli, che dovrai usare per tamponare le verruche.

 

Condividi